lunedì 23 luglio 2007

Questione di Etica

Si parla di spamming:

"I grandi volumi sono assolutamente necessari. Soprattutto in un settore dove la percentuale dei clienti che seguono i consigli dello spammer e mettono mano alla carta di credito è risicatissima, di gran lunga inferiore all’uno per cento delle email spedite. Per alzarla, rivela Ed, ogni trucco è lecito: dal pubblicizzare casinò online a chi sta cercando di liberarsi dalla dipendenza al gioco d’azzardo a inviare invitanti opuscoli farmaceutici a chi già fa uso di antidepressivi".

Senza parole.

[via La Stampa.it]

4 commenti:

Roberta ha detto...

Anch'io sono senza parole: ho sempre odiato lo spam e dopo la dichiarazione di Ed forse lo odio ancora di più. Sono proprio degli approfittatori!!! E poi, parliamoci chiaro: davvero credono che qualcuno "abbocchi"? Sono talmente tante le mail di spam che io le cancello automaticamente senza leggerle (pensa che qualche volta mi è capitato anche di cancellare mail di amici, solo perchè risultavano come spam! :( )

Un saluto dalla StakaStagista

alessandro ha detto...

Ciao Roberta! Purtroppo succede..! Lo spam è davvero uno dei cancri di internet! A volte i sistemi antispam finiscono col cancellare mail "buone".. se ne parlava proprio all'ultimo incontro del BlogLab!
Nel caso citato siamo oltre il limite. Ci si impadronisce di dati sensibili per sfruttarli a proprio vantaggio. Da galera!
Nell'articolo che ho linkato si parla di guadagni per migliaia di dollari a settimana.. sembra strano, ma evidentemente qualcuno abboccamo..! Se poi si usano certi stratagemmi..!

alessandro ha detto...

"abboccamo"..?! Roma si sta impossessando di me.. ;)

volevo dire "abbocca"!

Elisa ha detto...

Anche io penso che lo spam sia uno dei problemi di internet. La cosa che mi sembra strana è che possa esistere comunque una percentuale (anche se bassa) di persone che "seguono i consigli"!
Sarebbe proprio una gran cosa se gli antispam funzionassero al 100%!
Ciao ;-)